Questo sito web utilizza SOLO cookie tecnici indispensabili per la tua esperienza di navigazione e a fini statistici.

Come scegliere le piastrelle

Come scegliere le piastrelle?

Visto il grande successo riscontrato dal primo articolo riguardante la scelta delle porte, abbiamo deciso di affrontare un altro argomento altrettanto complesso: come scegliere le piastrelle.

Quando ci troviamo di fronte a suddette scelte per la casa è un momento importante: bisogna scegliere il materiale, la forma, il colore e fare i conti con il budget. Ecco una guida con tanti consigli per scegliere le piastrelle senza commettere errori.

Prima di tutto, per capire come scegliere le piastrelle giuste, è necessario capire che caratteristiche devono avere e dove vogliamo usarle, se come rivestimento delle pareti di cucina e bagno o anche per il pavimento.

In commercio esistono tantissimi prodotti che si adattano ad ogni uso esigenza, e le caratteristiche che una buona piastrella deve avere sono:

  • La resistenza
  • Devono esser antiscivolo
  • E devono avere caratteristiche di anti-incisione

Come scegliere le piastrelle? DESTINAZIONE e SCALA PEI

Si tratta di uno standard che definisce la resistenza all’abrasione superficiale della piastrella smaltata. Con la scala PEI si può misurare la capacità dello smalto della piastrella di resistere al calpestio, al passaggio di persone, di mobili o di macchinari, senza perdere le caratteristiche estetiche originali.

Tenendo presente però, che nel gres porcellanato questa scala è superata, perché il più delle volte non sono piastrelle smaltate, dunque molto più resistenti all’abrasione.

Come scegliere le piastrelle? FORMA e DIMENSIONE

Ecco i trucchi per scegliere forma e dimensioni perfette per le vostre piastrelle in base ai vostri ambienti.

  • Per locali piccoli è consigliabile scegliere piastrelle di grandi dimensioni, in questo modo l’ambiente sembrerà più grande, è consigliabile inoltre scegliere colori chiari.
  • Per creare un effetto scenografico in locali dalla forma quadrata, fate posare le piastrelle in diagonale o con soluzioni più estrose come spina di pesce o multiformato.
  • Per locali con soffitto basso invece scegliete delle piastrelle strette e lunghe, posandole sdraiate, oppure piastrelle per esempio di dimensione 60x120 cm posate in piedi, creando un rivestimento basso molto ricercato.

Come scegliere le piastrelle? MATERIALE

Esistono tantissimi tipi di piastrelle che si differenziano tra loro per molte caratteristiche, e la principale è il materiale:

  • Monocottura: consiste nel cuocere supporto e smalto in un’unica passata in appositi forni. Si può considerare come la tecnologia che ha reso durezza ai prodotti per la pavimentazione. Non priva di difetti ad oggi viene considerata per i materiali a basso costo.
  • Bicottura: la piastrella viene realizzata in due tempi, dove nel primo si cuoce l’impasto parzialmente, andando così a creare quello che viene comunemente chiamato biscotto, mentre in un secondo momento questo viene dipinto con smalti e passato alla seconda cottura.
  • Grès porcellanato in massa: piastrella non smaltata ottenuta tramite un processo chiamato “pressatura”. Può assumere vari colori e texture in base ai componenti utilizzati nella composizione dell’impasto. La caratteristica principale è il bassissimo tasso di imbibizione (assorbimento di acqua) 0,04% che la rende completamente inassorbente.
  • Grès porcellanato smaltato: piastrella smaltata derivante da un processo simile alla monocottura, ma con caratteristiche finali tipo grès. Può assumere vari colori in base alle texture utilizzate nella fase decorativa a smalto.

Condividi

Consiglia Pernigotto anche ai tuoi amici, aiutaci a crescere!

Portamazione Bertolotto 2019

Devi rinnovare le porte di casa o montare una porta blindata per sentirti al sicuro?

Scopri di più